L'A.S.D. COHIBA CLUB

nel perseguimento del suo scopo sociale offre ai propri Soci le seguenti attività:

 


 


L'unica Scuola di Ballo

Latino Americano

Certificata


 

 

   
         

Una delle caratteristiche peculiari del ballare Salsa in Porto Rico è data dall`estensivo utilizzo dell`interpretazione musicale basata sulla clave 2/3 (c.d. clave rovescia). Il ballerino Portoricano infatti, muove il primo movimento di ogni sua tecnica di ballo sul secondo battito della frase musicale (che va da 1 a 8). La clave, viene suonata dal musicista secondo la partitura classica 3/2 con cinque colpi, che segnano i battiti "1.2 mezzo 4.-6.7."

Come si spiega allora questo tipo di interpretare la musica? La clave 2/3, in realtà, è nella maggior parte dei casi (eccetto qualche rara musica di Son o Mambo in cui il sonero de clave suona la clave a rovescio), una costruzione mentale dei ballerini che interpretano al contrario l`azione ritmica dello strumento in modo che vada a marcare i battiti "2.3.5.6mezzo.8" della frase musicale.
Questo sistema interpretativo offre grossi vantaggi in merito alla libertà di chi balla. Innanzitutto collega perfettamente fra loro movimento del ballerino, ritmica base e frase melodica. Il ballerino dà quindi sempre l'impressione visiva di essere perfettamente in armonia con la musica, di vivere la musica dall`interno, non solo, permette un`azione equilibrata sul ritmo, infatti sia il Son cubano, che il Mambo di New York o la Salsa Portoricana sono balli con un movimento normalmente trifase (ossia la maggioranza delle azioni e delle tecniche sono costruite su insiemi di 3 movimenti, di cui i primi due veloci ed il terzo lento definito anche "pausa" (perché ha un assorbimento di 2 battiti musicali invece di 1).

La musica del Mambo, Son o Salsa, infatti, durante la frase musicale raggiunge due punti di stasi (o pausa): uno in fase ascendente fra il 4.5 ed uno in fase discendente fra l`8 e l`1 seguente. Ballando "on 2" il movimento n.3 (pausa) delle varie tecniche viene eseguito proprio sul 4.5. e sull`8.1, determinando un impatto visivo di perfetta armonia sul ritmo e la melodia. Questo modo esecutivo viene detto "ballare in contrattempo" (o en clave dos) perché sfrutta i battiti deboli della frase musicale 2.4. anziché quelli c.d. forti tipici del tempo musicale 4/4, ossia l`1 e il 3.
Ballare quindi salsa sull`1 musicale, ossia a tempo, è matematicamente corretto, ma in pratica produce un effetto nevrotico sul ballo che appare meccanico, appiattito, proprio perché la azioni dei ballerini non coincidono con il ritmo della musica stessa.
Una seconda fondamentale caratteristica della salsa c.d. portoricana è la presenza nelle tecniche di base di un`azione di swing (oscillazione) non presente nel new york style mambo e nel Son salsa cubana, che dà al ballo un aspetto molto elegante e vivace. Tale azione di oscillazione avanti/indietro viene eseguita per effetto di un "impulso" (ossia caricamento di energia della gamba che sostiene il battito 2 e 6, c.d. standing leg, contro il pavimento). Questo impulso ha la funzione di mettere in movimento il corpo (che muove sempre prima dei piedi). Sarà esso, infatti, che poi trascinerà con tutto il resto. La mancanza di questa azione impedisce un buon assorbimento della musica da parte del ballerino rendendo le sua azioni prive di potenza e di grinta.


.